Skip to main content

Imparare una lingua straniera sembra uno dei classici propositi da primo dell’anno. Può essere per semplice passione, per necessità di vita oppure per ragioni professionali. Quando si sostiene un colloquio di lavoro, presentarsi come poliglotta e magari essere in possesso di una certificazione linguistica è un vantaggio prezioso. Ecco una breve guida per orientarsi tra le certificazioni: quali sono, se sono riconosciute dal Miur e come scegliere quella giusta.

Cos’è una certificazione linguistica

Una certificazione linguistica è un documento che attesta il livello di conoscenza raggiunto in una determinata lingua, diversa da quella materna. L’attestato ha valore internazionale ed è riconosciuto in ambito scolastico, lavorativo e associazionistico. Ne esistono di vari tipi a seconda dell’idioma straniero scelto: ognuno documenta un diverso livello di competenza linguistica e ha più o meno valore a seconda del contesto (accesso a un’università straniera, mondo del lavoro…).

Come ottenere una certificazione linguistica

Per attestare le tue competenze linguistiche e ottenere una certificazione dovrai sottoporti a una serie di esami che valutano le tue conoscenze scritte e orali. Le prove sono individuali, a tempo ed esaminate da una commissione che ha il compito di sancire, secondo le regole e i punteggi stabiliti, il livello linguistico raggiunto.

Per passare i test occorre spesso seguire dei corsi specializzati che mirano a raggiungere le competenze richieste dalla prova finale. Molte scuole di lingue offrono i corsi di preparazione e, insieme ad esse, diversi istituti superiori italiani hanno deciso di proporre questa possibilità ai propri studenti.

Come scegliere la giusta certificazione linguistica

Ragazza studia di fronte a un computer

Photo by Retha Ferguson from Pexels

Per scegliere una certificazione linguistica è essenziale partire dall’obiettivo che si vuole raggiungere: le certificazioni infatti si differenziano anche in base al contesto di utilizzo, che sia studio, lavoro o semplice curiosità.
Conoscere il proprio livello linguistico e capire se è possibile o meno accedere all’esame costituiscono il punto di partenza di una preparazione efficace. Il livello minimo richiesto può essere raggiunto seguendo un corso di lingua, in Italia o all’estero, utile a rendere lo studente pronto a sostenere un esame che testerà le capacità di produzione scritta e orale.

Come si sceglie quindi una certificazione linguistica?
Sembra scontato dirlo, ma il primo passo da compiere è individuare la lingua! Di seguito abbiamo raccolto una selezione di attestati e le loro caratteristiche principali.

Le certificazioni linguistiche riconosciute dal Miur

Come abbiamo detto ci sono tante certificazioni linguistiche, ma solo alcune sono riconosciute dal Miur. Il vantaggio in questo caso è la possibilità di convertire la certificazione stessa in crediti formativi durante il percorso universitario:

Lingua inglese

Tutte le certificazioni linguistiche riconosciute dal Miur per la lingua inglese

Paesaggio cittadina inglese

Photo by Darren Welsh on Unsplash

Certificazioni linguistiche per l’inglese

  • FCE – First Certificate in English

    Il First Certificate in English, comunemente chiamato First, è la scelta migliore per uno studente che ha già un livello pari al B1. Serve ad ottenere una qualifica di inglese di livello medio-alto per lavoro o per chi ha l’obiettivo di studiare in un paese anglofono.
    È riconosciuto dal Miur, dalle aziende di ogni settore, da istituti e università in Paesi di lingua inglese o in Paesi non anglofoni che richiedono un livello di inglese intermedio.
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 3,5 ore

  • CAE – Certificate in Advanced English

    Il CAE è indicato per chi ha un livello iniziale pari al B2 ed è utile per raggiungere un alto livello di conoscenza e distinguersi nel panorama accademico e lavorativo.
    È riconosciuto dal Miur, dalle aziende e dalle università all’estero.
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 3,5 ore

  • CPE – Cambridge English: Proficiency

    Il CPE è l’ideale per chi desidera raggiungere un livello pari a un madrelingua e per chi desidera accedere a master, dottorati, PhD, postgraduate, posizioni manageriali e direzionali in Paesi anglofoni e non.
    Certifica la perfetta padronanza della lingua inglese ed è riconosciuto da Miur, università e aziende di tutto il mondo.
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 4 ore

  • IELTS – International English Language Testing System

    Lo sceglie chi vuole studiare o lavorare in un Paese di lingua inglese ed è riconosciuto da Miur, istituzioni educative, datori di lavoro, organismi di registrazione professionale e agenzie governative per l’immigrazione in Paesi in cui l’inglese è usato come prima lingua.
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 3 ore

  • TOEFL – Test of English as a Foreign Language

    Il TOEFL è l’ideale per chi desidera entrare in college e università statunitensi, inglesi, canadesi, australiane, ma anche agenzie governative, organi internazionali e aziende per programmi di scambio o concessione di borse di studio.
    È riconosciuto dal Miur e principalmente in Gran Bretagna, Canada, Australia e Stati Uniti.
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 4 ore e 30 minuti

  • TOEIC – Test of English for International Communication

    È un test che misura le competenze linguistiche nel Business English internazionale, l’inglese normalmente utilizzato in ambito professionale; per questo motivo è un test molto pratico.
    È un percorso dedicato a chi desidera avere una certificazione linguistica utile nel mondo del lavoro, riconosciuto da Miur, aziende (soprattutto asiatiche), istituti universitari e istituzioni governative di tutto il mondo.
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per l’esame: 2 ore (reading e listening) o 1 ora e 20 minuti (writing e speaking)

Incrocio di strade di un paese francese

Lingua francese

Tutte le certificazioni linguistiche riconosciute dal Miur per la lingua francese

Certificazioni linguistiche per il francese

  • DELF – Diplôme d’Etudes en Langue Française

    È indicato per coloro che hanno un livello iniziale compreso tra l’A1 e il B1 (ci sono quattro diplomi che certificano i livelli A1, A2, B1 e B2); serve a chi desidera una qualifica di francese di livello elementare-medio.
    Che cosa certifica: a seconda del diploma preso certifica la capacità di sostenere interazioni più o meno semplici tipiche della vita quotidiana, argomentare e sviluppare le proprie idee
    Dove è riconosciuto: Miur, istituti e corsi di studio (anche universitari) in Paesi di lingua francese
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 1 ora e 20 (DELF A1), circa 1 ora e 40 (DELF A2) circa 1 ora e 45 (DELF B1) e circa 2 ore e 30 (DELF B2)

  • DALF – Diplôme Approfondi en Langue Française

    È indicato per coloro che hanno un livello iniziale pari al B2; serve a chi desidera una qualifica di francese di livello alto per lavoro o per chi ha l’obiettivo di studiare in lingua francese.
    Che cosa certifica: capacità di seguire corsi universitari, di comunicare a livello professionale e manageriale, di esprimersi fluentemente in tutte le situazioni
    Dove è riconosciuto: Miur, istituti e corsi di studio (anche universitari) in Paesi di lingua francese che richiedono un livello di lingua alto
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 4 ore (DALF C1) e circa 3,5 ore (DALF C2)

Lingua spagnola

Il Miur riconosce solo una tipologia di certificazione linguistica per lo spagnolo

Palazzo reale spagnolo

Certificazioni linguistiche per lo spagnolo

  • DELE – Diplomas de Español como Lengua Extranjera

    È diviso in sei diplomi che attestano rispettivamente i livelli A1, A2, B1, B2, C1 e C2, pertanto è indicato per chiunque intenda ottenere una certificazione di spagnolo.
    Che cosa certifica: una conoscenza della lingua spagnola elementare (A1 e A2), media (B1 e B2) e alta (C1 e C2)
    Dove è riconosciuto: Miur, accettato da organizzazioni, aziende ed università in tutto il mondo
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 1 ora e 45 minuti (DELE A1), circa 2 ore e 40 minuti (DELE A2), circa 3 ore e 20 minuti (DELE B1), circa 3 ore e 40 minuti (DELE B2), circa 4 ore minuti (DELE C1), circa 4 ore e 35 minuti (DELE C2)

Città tedesca sul fiume vista dall'alto

Lingua tedesca

Il Miur riconosce solo una tipologia di certificazione linguistica per il tedesco

Certificazioni linguistiche per il tedesco

  • TELC – The European Language Certificates

    È diviso in sei diplomi che attestano rispettivamente i livelli A1, A2, B1, B2, C1 e C2, pertanto è indicato per chiunque intenda ottenere una certificazione di tedesco.
    Che cosa certifica: una conoscenza della lingua tedesca elementare (A1 e A2), media (B1 e B2) e alta (C1 e C2)
    Dove è riconosciuto: Miur, accettato da organizzazioni, aziende ed università in tutto il mondo
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking
    Tempo per il test: circa 1 ora e 15 minuti (telc A1), circa 1 ora e 20 minuti (telc A2), circa 2 ore e 45 minuti (telc B1), circa 2 ore e 35 minuti (telc B2), circa 4 ore (telc C1), circa 4 ore e 25 minuti (telc C2)

Lingua portoghese

Il Miur riconosce solo una tipologia di certificazione linguistica per il portoghese

Panorama di una città portoghese vista dall'oceano

Certificazioni linguistiche per il portoghese

  • CAPLE – Centro de Avaliação de Português Língua Estrangeira

    È diviso in sei diplomi che attestano rispettivamente i livelli A1, A2, B1, B2, C1 e C2, pertanto è indicato per chiunque intenda ottenere una certificazione di portoghese.
    Che cosa certifica: una conoscenza della lingua portoghese iniziale (A1, detto ACESSO e A2, detto CIPLE), elementare (B1, detto DEPLE), media (B2, detto DIPLE) e alta (C1, detto DAPLE e C2, detto DUPLE)
    Dove è riconosciuto: Miur, accettato da organizzazioni, aziende ed università in tutto il mondo
    Prove d’esame: listening, reading, writing e speaking; è prevista per gli ultimi tre livelli una quinta prova che certifica le competenze strutturali della lingua
    Tempo per il test: la durata e la quantità di domande varia a seconda del livello da raggiungere e della prova specifica

Muraglia cinese vista dall'alto

Lingua cinese

Il Miur riconosce solo una tipologia di certificazione linguistica per il cinese

Certificazioni linguistiche per il cinese

  • HSK – Hanyu Shuiping Kaoshi

    È diviso in cinque livelli che attestano rispettivamente i livelli A1, A2, B1, B2 e C1/C2, pertanto è indicato per chiunque intenda ottenere una certificazione di cinese.
    Che cosa certifica: una conoscenza della lingua cinese elementare (HSK 1 – A1, HSK 2 – A2), media (HSK 3 – B1 e HSK 4 – B2) e alta (HSK 5 – C1 e HSK 6 – C2)
    Dove è riconosciuto: Miur, accettato a livello internazionale da università e aziende
    Prove d’esame: comprensione scritta e orale; negli esami più avanzati è prevista una terza prova per la capacità di scrittura
    Tempo per il test: la durata del test è maggiore con l’aumentare della difficoltà: si parte da 35 minuti fino a 2 ore

Lingua russa

Il Miur riconosce solo una tipologia di certificazione linguistica per il russo

Palazzi reali russi nella piazza centrale di San Pietroburgo

Certificazioni linguistiche per il russo

  • TORFL – Test Of Russian as a Foreign Language

    È diviso in sei diplomi che attestano rispettivamente i livelli A1, A2, B1, B1+, B2 e C1, pertanto è indicato per chiunque intenda ottenere una certificazione di russo.
    Che cosa certifica: una conoscenza della lingua russa elementare (TEU – A1, TBU – A2), media (TRKI 1 – B1, TRKI 2 – B2) e alta (TRKI 3 – C1 e TRKI 4 – C2)
    Dove è riconosciuto: Miur, accettato da organizzazioni, aziende ed università in tutto il mondo
    Prove d’esame: vocabolario e grammatica, lettura, ascolto, produzione scritta, produzione orale
    Tempo per il test: due mezze giornate e 45-60 minuti per la produzione orale

Altre certificazioni linguistiche riconosciute da università e aziende

Esistono altri tipi di certificazioni linguistiche che, anche se non riconosciute formalmente dal Miur, sono rilasciate da enti certificati e prese in seria considerazione da università e aziende durante le fasi di colloquio.
Ecco le principali lingue che gli studenti italiani approfondiscono durante gli studi:

Giardino giapponese con ponte arancione

Lingua giapponese

La certificazione JLPT per la lingua giapponese è riconosciuta dalle università e dalle aziende

Certificazione linguistica per il giapponese

  • JLPT – Japanese Language Proficiency Test

    È diviso in cinque livelli che attestano rispettivamente i livelli A1, A2, B1, B2 e C1/C2, pertanto è indicato per chiunque intenda ottenere una certificazione di giapponese.
    Che cosa certifica: una conoscenza della lingua giapponese elementare (JLPT N5 – A1, JLPT N4 – A2), media (JLPT N3 – B1 e JLPT N2 – B2) e alta (JLPT N1 – C1/C2)
    Dove è riconosciuto: accettato a livello internazionale da università e aziende
    Prove d’esame: conoscenza della lingua e vocaboli, grammatica e lettura e infine ascolto. Non è necessario essere iscritti a un corso per sostenere l’esame
    Tempo per il test: circa un’ora e mezza (JLPT N5), circa 2 ore (JLPT N4), circa due ore e 30 minuti (JLPT N3). Per gli ultimi due livelli sono previste solo due prove, vocabolario/grammatica e ascolto: due ore e 40 minuti (JLPT N2) e quasi 3 ore (JLPT N1)

Lingua coreana

La certificazione TOPIK per la lingua coreana è riconosciuta dalle università e dalle aziende

Lanterne coreane in un festival locale

Certificazione linguistica per il coreano

  • TOPIK – Test Of Proficiency In Korean

    È diviso in sei diplomi che attestano rispettivamente i livelli A1, A2, B1, B1+, B2 e C1, pertanto è indicato per chiunque intenda ottenere una certificazione di coreano.
    Che cosa certifica: una conoscenza della lingua coreana elementare (TOPIK 1 – A1, TOPIK 2 – A2), media (TOPIK 3 – B1, TOPIK 4 – B1+ e TOPIK 5 – B2) e alta (TOPIK 6 – C1)
    Dove è riconosciuto: accettato da organizzazioni, aziende ed università in tutto il mondo
    Prove d’esame: listening, reading e writing
    Tempo per il test: circa 1 ora e 40 minuti (TOPIK 1 e TOPIK 2), circa 3 ore (TOPIK 3, TOPIK 4, TOPIK 5 e TOPIK 6)

Forse non sapevi che...

Per la lingua coreana esistono sei livelli distinti e ogni di essi è dato dalla conoscenza di un certo numero di vocaboli. Più vocaboli si conoscono, più il livello è alto. La classificazione può essere tradotta come segue: livello elementare TOPIK 1 – A1, TOPIK 2 = livello europeo A2, livello medio TOPIK 3 = B1, TOPIK 4 = B1+, TOPIK 5 = B2 e infine livello alto TOPIK 6 = C1.

Conoscere il proprio livello linguistico

Se per ottenere una certificazione si deve partire da un livello specifico, è bene conoscere il proprio. Normalmente la formazione delle scuole secondarie di secondo grado può portare a ottenere un livello B2. Ma come sono suddivisi i livelli linguistici?

Scala dei livelli di una certificazione linguistica

Per uniformare la classificazione, tutte le lingue europee rispettano questo schema; un livello superiore si differenzia da uno inferiore per la capacità di argomentazione e comprensione di un discorso, orale o scritto.

Le lingue extraeuropee, ovvero quelle che non vengono parlate come prima lingua in nessuno stato europeo, seguono una distinzione leggermente diversa ma sempre a livelli.

Il modo migliore per conseguire una certificazione linguistica

Una volta identificata la certificazione linguistica che fa per te e aver individuato il tuo livello di partenza, è tempo di prepararsi per l’esame. Per farlo puoi scegliere di seguire un corso di lingua all’estero strutturato per il conseguimento di un attestato linguistico o prepararti autonomamente. È bene informarsi prima di optare per una o l’altra soluzione perché alcune certificazioni richiedono un minimo di ore dedicate allo studio della lingua prima di ammettere i candidati all’esame. Un corso di lingua, in Italia o all’estero, è il metodo più efficace per garantire le ore di studio richieste e accedere quindi al test per la certificazione linguistica.

Ragazza studia in classe con l'aiuto del professore

Una certificazione linguistica è un investimento sul proprio futuro

Conoscere una o più lingue straniere è uno dei requisiti più importanti in sede di colloquio lavorativo e, benché la “parlantina” possa aiutare, una certificazione è per il datore di lavoro una certezza: dimostra che si è tanto preparati e competenti da passare un test di livello internazionale sotto la supervisione della commissione competente.

Prova a chiederti cosa vorresti trovare tu in un candidato: scoprirai che un curriculum vitae arricchito di un’esperienza all’estero e di una certificazione linguistica è una garanzia per competenza e apertura mentale. Un investimento che ti verrà restituito in esperienza e credibilità.

Sara Nosenzo

Author Sara Nosenzo

Da un'avventura di stage a Bruxelles ho sempre ricercato delle sfide che mi mettessero alla prova. Oggi in WEP mi occupo del mondo digitale e dei social network e nel tempo libero do vita a personaggi nei miei libri.

More posts by Sara Nosenzo